Anno all’estero: tutto quello che devi sapere

| 23 Maggio 2022

Sempre più giovani decidono di lasciare l’Italia, anche solo per sei mesi o un anno, per vivere
un’esperienza formativa o lavorativa all’estero. Tra le mete più gettonate in Europa troviamo
la Spagna, seguita dalla Francia e dalla Germania.
Ma come mai così tanti ragazzi decidono di partire? Tra i vantaggi di fare un’esperienza all’estero, troviamo:
• Lo sviluppo di competenze, in primis linguistiche e comunicative. Anche la capacità di
adattarsi è una competenza che viene allenata durante la permanenza in un Paese
straniero
Fare nuove amicizie: allargare la lista dei propri contatti all’estero è un grande
arricchimento e permette di entrare in contatto con culture nuove. Questo potrebbe
inoltre tornare utile anche dal punto di vista professionale.
Imparare (o migliorare) una nuova lingua: chi vive un certo periodo di tempo
all’estero, inevitabilmente migliorerà la sua padronanza della lingua straniera.
Crescita personale: essere da soli e doversi destreggiare in un ambiente
completamente nuovo permette di crescere e rendersi indipendenti.
Ampiamento del proprio CV: chi ha fatto un’esperienza di studio o tirocinio all’estero
viene particolarmente apprezzato dai datori di lavoro, in quanto dimostra di avere
spirito di adattamento e di non aver paura di nuove sfide.

Erasmus+, Doube o Joint Degree, stage in un’azienda: le opportunità in Europa per i giovani
sono molte, sia dopo la maturità che durante gli studi universitari. Prima di partire, tuttavia,
bisogna essere informati sulle cose importanti da fare prima e durante la permanenza
all’estero.

Per saperne di più sulle esperienze all’estero per i giovani, sui pro e contro di un semestre
all’estero, e per sapere come iscriversi in un’università straniera o candidarsi a uno stage
presso un’azienda in Europa, consulta questo sito

FONTE

 

Tags: , , ,

Category: Estero, InformaGiovani, Mobilità, Tirocini e stage, Volontariato

Comments are closed.