Cambiare la mobilità nelle nostre città: il momento è adesso!

| 15 Maggio 2020

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha spinto molti, in queste settimane, a chiedersi cosa potrebbe cambiare, d’ora in poi, nel nostro modo di vivere. Difficile rispondere a un quesito così complesso, ma possiamo provare a restringere un po’ il campo a un elemento essenziale delle nostre vite: come ci spostiamo tutti giorni nelle città in cui viviamo.

Mentre sogniamo città pulite con parchi e spazi comuni, le nostre città sono invece piene di automobili. Su tutto il Pianeta, strade e parcheggi ad esse dedicati occupano in media il 50 per cento della superficie urbana. Ma le auto occupano anche il nostro tempo. A Roma, ad esempio, si trascorrono in media 166 ore all’anno bloccati nel traffico

E gli impatti sono anche sulla salute delle persone e del Pianeta. Durante il lockdown la qualità dell’aria è migliorata, ma in Italia ogni anno ci sono più di 14 mila morti premature riconducibili al biossido di azoto, un gas prodotto in larga parte dai veicoli in circolazione, il dato più alto in Europa. Così come siamo al secondo posto a livello europeo per il tasso di motorizzazione, con 64,4 veicoli ogni 100 abitanti: un dato altissimo. E se questo non bastasse, a livello globale il settore dei trasporti è tra quelli che incidono sempre di più sull’emergenza climatica. Ma non deve essere così.

Continua a leggere l’articolo cliccando qui! (FONTE)

Category: Ecologia

Comments are closed.