Come distinguersi su LinkedIn

| 19 Luglio 2020

Oltre ad essere uno strumento pensato per evidenziare un CV digitale, LinkedIn, social network professionale, può essere uno strumento potente. Come fare per farsi notare?
Ecco qualche suggerimento.

1️. OTTIMIZZA COMPLETAMENTE IL TUO PROFILO
Prima di tutto, affinché LinkedIn ti dia un po’ di credibilità, il tuo profilo dovrà essere completo. Il social network lo valuta su più livelli. A seconda del riempimento delle diverse sezioni che seguono, il tuo profilo può essere definito come principiante, intermedio o esperto assoluto. Più dici di te, meglio sarà percepito il tuo profilo dagli occhi dell’algoritmo.

Foto e copertina
Si comincia con una foto e una copertina professionale. Se stai cercando un lavoro, sappi che questa è una delle prime cose che un reclutatore potrebbe vedere. Quindi è meglio guadagnare punti fin dall’inizio con una foto professionale.

Scegli abiti simili a quelli che indossi quando sei al lavoro. Scegli una foto piacevole e sorridente. Dimentica i selfie, quelle con il tuo gatto o in modalità sera. Devi apparire professionale. (prima io)
La foto di copertina dovrebbe essere coerente con gli obiettivi che ti sei prefissato e deve essere coerente con il settore lavorativo a cui aspiri. Per esempio: se stai cercando un lavoro nel settore digitale, è meglio preferire una foto che lo rappresenti. Ciò creerà un ambiente coerente e tutti sapranno in un batter d’occhio il settore in cui desideri entrare.

Un titolo che definisca quello che fai
Attenzione al titolo. I reclutatori digiteranno il lavoro e la posizione geografica. Esempio: Community Manager Amburgo. Il titolo deve corrispondere alla possibile parola chiave che i selezionatori stanno cercando. Se cadono sul tuo profilo, hai fatto tombola!

Una sintesi che racconta la tua storia
Dovrai compilare un riepilogo, che dovrebbe contenere anche le parole chiave del lavoro che desideri cercare. Il riassunto è una possibilità per completare il titolo in modo più preciso. È meglio usarlo come la pubblicità. Segui il modello AIDA (Attenzione, Interesse, Desiderio, Azione) e rispondi alle seguenti domande: chi sei? Qual è il tuo background? Quali sono i tuoi obiettivi? Come possiamo contattarti?

Altri punti (esperienze, formazione, competenze, certificati)
Infine, affinché il tuo profilo sia considerato un “esperto assoluto”, devi compilare le sezioni relative alla formazione e all’esperienza professionale. Metti in evidenza le certificazioni, le abilità principali, fatti consigliare dal tuo entourage professionale. Esempio: il tuo ex superiore può raccomandare il tuo potenziale contributo a un’altra società.

2. CONTENUTO DI QUALITÀ
LinkedIn non è solo uno strumento sotto forma di CV digitale. La compilazione di un profilo non sarà sufficiente agli occhi dei tuoi potenziali reclutatori? Devi pubblicare contenuti di qualità.
LinkedIn è una piattaforma che ci consente di pubblicare post di base, articoli, video. È anche possibile pubblicare presentazioni su SlideShare, che consente condividere presentazioni relative al settore o i progetti.

3. ESSERE ORIGINALE E INNOVATIVO
Se stai cercando un lavoro dopo la laurea, dovrai usare la tua creatività. Non è semplice, perché non tutti hanno questa abilità. Ma può fare la differenza. Da qui la necessità di osare.
Ci sono CV originali, CV emotivi o addirittura scritti sotto forma di video. L’originalità può essere rapidamente apprezzata.

Continua a leggere cliccando qui. (FONTE)

Tags: , ,

Category: Curiosità, Lavoro

Comments are closed.