Esonero contributivo per chi assume giovani under 36

| 25 Aprile 2021

I datori di lavoro privati possono ottenere agevolazioni per assumere giovani sotto i 36 anni.

L’INPS ha fornito le prime indicazioni operative relative all’esonero per le assunzioni di giovani di età inferiore ai 36 anni effettuate nel biennio 2021-2022 (L. 178/2020).

La misura intende promuovere l’occupazione giovanile stabile grazie a un esonero contributivo del 100% per un periodo massimo di trentasei mesi e un limite massimo di 6.000 euro annui, riproporzionati in caso di contratto part-time.

Tutti i datori di lavoro privati, con l’esclusione delle imprese del settore finanziario e delle pubbliche amministrazioni, possono godere dell’incentivo per:

  • nuove assunzioni a tempo indeterminato
  • trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato

riguardanti giovani che, alla data dell’evento incentivato, non abbiano compiuto i 36 anni e non siano stati occupati a tempo indeterminato nel corso dell’intera vita lavorativa.

Sono esclusi i rapporti di apprendistato e i contratti di lavoro domestico, i contratti di lavoro intermittente e i contratti con personale con qualifica dirigenziale.

Per maggiori informazioni sulle condizioni di spettanza dell’incentivo, si rimanda al link riportato sotto.

Sito INPS, circolare n.56 del 12 aprile 2021

FONTE

Category: Italia, Lavoro

Comments are closed.