Nuovo sondaggio Eurobarometro: maggiore fiducia nei media tradizionali

| 25 Luglio 2022

Il ruolo dei media nell’informare i cittadini europei sulle attività dell’Unione europea e delle sue istituzioni è fondamentale. Lo speciale Eurobarometro pubblicato martedì esamina in dettaglio le abitudini dei media, la fiducia nelle diverse fonti mediatiche e gli atteggiamenti rispetto alla minaccia della disinformazione.


Consapevolezza e memoria mediatica

È la politica nazionale a interessare maggiormente i cittadini (50% degli intervistati), seguita da affari europei e internazionali (46%), alla pari con le notizie locali (47%). Il 72% degli intervistati ricorda di aver recentemente letto, visto o sentito parlare dell’Unione europea, il 57% ha recentemente letto, visto o sentito parlare del Parlamento europeo.

Abitudini mediatiche

Con il 75%, la televisione si impone come principale fonte di notizie, in particolare tra i cittadini con più di 55 anni. A seguire, con distacco, sono le piattaforme di notizie online (43%), la radio (39%) e i blog e le piattaforme dei social media (26%).


Fonti mediatiche più affidabili

I cittadini si fidano maggiormente dei media tradizionali come stampa, tv e radio, e della loro presenza online, rispetto alle piattaforme di notizie online e ai social media. Il 49% degli intervistati ritiene che le stazioni televisive e radiofoniche pubbliche forniscano notizie veritiere, seguite dalla stampa scritta (39%).


Esposizione a disinformazione e a notizie false

Oltre un quarto degli intervistati (28%) ritiene di essere stato molto spesso o spesso esposto alla disinformazione e a notizie false negli ultimi sette giorni. La maggior parte degli intervistati è sicura di saper riconoscere la disinformazione e le notizie false. Il livello di fiducia nel distinguere notizie vere e false diminuisce con l’età e aumenta con il livello di istruzione.


Contesto

Le impressioni dei cittadini sull’Unione europea e sul Parlamento europeo sono influenzate da ciò che vedono, ascoltano e leggono su vari media. Questo Eurobarometro Flash presenta un’analisi approfondita sulle abitudini e l’uso dei media da parte dei cittadini, esaminando sia i media tradizionali che i media online. Ipsos European Public Affairs ha intervistato un campione rappresentativo di cittadini dell’UE, di età pari o superiore a 15 anni, in ciascuno dei 27 Stati membri dell’Unione europea. Tra il 26 aprile e l’11 maggio 2022 Ipsos e la sua rete di partner hanno condotto 52.347 interviste, grazie a un sistema di interviste computerizzate via web (CAWI). I risultati a livello UE sono ponderati in base alla popolazione di ciascun paese.

I dati e la relazione completa sono disponibili qui.

 

 

FONTE

Tags: , , ,

Category: Curiosità, Novità dall'UE

Comments are closed.