Uguaglianza di genere: riepilogo delle azioni intraprese dall’UE

| 11 Marzo 2021

L’uguaglianza di genere è un valore fondamentale dell’UE, ma le sfide da superare sono ancora molte. Per tale ragione, il Parlamento europeo ha sottolineato la necessità di agire per affrontarle, soprattutto in un contesto come quello attuale, in cui la pandemia ha esacerbato le disuguaglianze già presenti.

In occasione delle celebrazioni del Parlamento europeo per la Giornata internazionale della donna, ecco un breve riepilogo delle azioni intraprese di recente (riassunte anche in questo video) nell’ottica del raggiungimento dell’uguaglianza di genere:

  • Giustizia climatica: nel 2017 sono state adottate delle misure volte a mitigare l’impatto del cambiamento climatico sulle donne;
  • Molestie sessuali: nel 2018 sono state adottate delle misure volte a combattere le molestie sessuali sul lavoro, nei luoghi pubblici, nella vita politica, online e offline;
  • Equilibrio vita privata-lavoro: nel 2019 sono state adottate nuove regole sull’equilibrio tra lavoro e vita privata con standard minimi più elevati per il congedo parentale e di assistenza;
  • Divario retributivo di genere: nel 2020 il Parlamento europeo ha richiesto alla Commissione europea di proporre misure vincolanti, come obiettivi specifici di riduzione, investimenti, modalità di lavoro e formazione professionale, per ridurre il divario retributivo di genere;
  • Mutilazione genitale femminile: nel 2020 il Parlamento europeo ha raccomandato un’azione comune per sradicare la mutilazione genitale femminile;
  • Presenza delle donne nel digitale: nel 2021 il Parlamento europeo ha promosso la partecipazione femminile nell’economia digitale e ha proposto delle misure per affrontare il divario digitale di genere e incoraggiare le ragazze a studiare le materie scientifico-tecnologiche (le cosiddette STEM, ossia scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) e quelle relative alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT);
  • Convenzione di Istanbul: nel 2021 il Parlamento europeo ha reiterato l’invito a ratificare la Convenzione di Istanbul contro la violenza di genere.

Per fare il punto dei progressi compiuti in ciascuno dei 27 Stati membri, la Commissione europea inaugura oggi un portale per il monitoraggio della strategia per la parità di genere, un progetto congiunto sviluppato dal Centro comune di ricerca della Commissione e dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE) che consentirà di monitorare i risultati dei singoli Stati membri dell’UE e di confrontarli tra loro.

Per ulteriori informazioni: http://bit.ly/2PK4cYk

FONTE (Eurodesk)

Category: Curiosità, Novità dall'UE

Comments are closed.