Volontariato Europeo in Polonia per promuovere tolleranza e solidarietà

| 11 Agosto 2020
Dove: Katowice, Polonia
Chi: volontari/e 18-30 anni
Durata: da settembre 2020 a settembre 2021
Organizzazione Ospitante: Bona Fides
Scadenza: il prima possibile

Bona Fides è una associazione che si trova nella città di Katowice, che vuole incoraggiare gli abitanti a partecipare attivamente alla vita della loro città, paese, o villaggio. In particolare, promuove il volontariato presso i giovani come strumento di sviluppo personale e di crescita come cittadini responsabili. I volontari saranno coinvolti nel progetto Solidar ciak con lo scopo di diffondere i valori di tolleranza e solidarietà tra i polacchi della comunità locale e supportare gli stranieri, in particolare giovani, che vivono sul territorio.

I volontari saranno impegnati nelle seguenti attività:

  • Intervistare polacchi e stranieri sulla loro vita nella città e sulla loro concezione di “tolleranza” e “solidarietà”;
  • Scrivere e pubblicare online articoli basati su queste interviste;
  • Organizzare attività sul tema per i ragazzi nelle scuole, università, centri giovanili;
  • Creare sessioni informative proiettando materiale legato alla solidarietà, uguaglianza, tolleranza, armonia, creato dai volontari stessi;
  • Creare un “Discussion Club” per discutere e dibattere apertamente;
  • Organizzare un grande evento comune invitando i residenti stranieri di diverse comunità per promuovere unità e solidarietà tra le comunità di Katowice;
  • Insegnare la propria lingua agli abitanti;
  • Presentare e condividere la propria cultura;

Il volontario ideale dovrebbe possedere le seguenti caratteristiche:

  • Aperto e interessato agli ambienti multiculturali
  • Competenze creative e/o legate ai sociali media sono apprezzate
  • Non è richiesta conoscenza del polacco, ma la motivazione ad impararlo e comunicare con la popolazione locale.
Come per gli altri progetti di volontariato europeo, è previsto un rimborso per le spese di viaggio fino ad un massimale stabilito dalla Commissione europea. Vitto, alloggio, corso di lingua, formazione, tutoring, pocket money mensile e assicurazione sono coperti dall’organizzazione ospitante.

Category: Estero, Mobilità, Volontariato

Comments are closed.